12.9 C
Comune di Oria
giovedì 9 Dicembre 2021
Amazon i tuoi video
More

    Articoli Casuali

    Natale Portman Attrice americana

    Natale Portman Attrice americana

    Natalie Hershlag, nota a livello planetario con il nome d’arte di Natalie Portman, nasce a Gerusalemme il giorno 9 giugno 1981. Quando ha solo tre anni si trasferisce con la famiglia a Washington, negli Stati Uniti. Successivamente la famiglia si sposta a Syosset, una piccola cittadina dell’isola di Long Island (nello stato di New York). Studia presso la Syosset High School dove eccelle in matematica.

    Inizia a studiare danza alla precoce età di quattro anni. I primi soldi che guadagna arrivano però grazie al lavoro di modella. Nel 1994, quando ha solo tredici anni, le viene offerta una parte da protagonista nel film “Léon”, di Luc Besson. Il film la lancia nel mondo del cinema, ambiente a cui si dedica durante i periodi estivi, per non rinunciare a scuola ed università.

    Natalie Portman negli anni ’90
    I film in cui appare negli anni Novanta sono: “Heat – La sfida” (1995) di Michael Mann, con Al Pacino e Robert De Niro; “Tutti dicono I Love You” (1996) di Woody Allen, con Edward Norton e Drew Barrymore; “Mars Attacks!” (1996) di Tim Burton, con Jack Nicholson e Glenn Close.

    Attenta alla scelta dei copioni che le vengono proposti, Natalie Portman rifiuta alcuni ruoli come quello di Wendy in “Tempesta di ghiaccio” (1997) di Ang Lee, (poi affidata a Christina Ricci), e quello della giovane ninfa in “Lolita” (1997) di Adrian Lyne (remake del film di Stanley Kubrick del 1962 tratto dal romanzo di Vladimir Nabokov). Rifiuta inoltre di prendere parte a “Romeo + Giulietta” (1997) di Baz Luhrmann, perché ritiene le scene di sesso del film, troppo forti per una ragazza della sua età.

    Natalie Portman: i mille volti del talento – Gilt Magazine

    Per quasi tre anni Natalie Portman non appare più in alcun film e si dedica completamente allo studio della recitazione e al teatro. Nel 1998 lavora a teatro in “The Diary of Anne Frank”, rifiutando per questo impegno una parte in “L’uomo che sussurrava ai cavalli” (1998) di Robert Redford.

    Completati gli studi scolastici Natalie si iscrive all’Università di Harvard per studiare psicologia; studia contemporaneamente recitazione presso la scuola Stagedoor Manor Performing Arts Camp.

    Il successo planetario di Guerre Stellari
    Rientra alla grande nel mondo del cinema, interpretando un ruolo che la consegna alla storia del cinema, non tanto per la sua interpretazione – che è comunque di ottimo livello – quanto per l’altisonante nome e per la garanzia di successo che porta con sé l’opera firmata da George Lucas: interpreta la Regina Amidala in “Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma” (1999), a cui seguiranno i capitoli successivi “Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni” (2002) e “Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith” (2005).

    Gli anni 2000
    Le viene offerta la parte di protagonista in “La mia adorabile nemica” (1999) di Wayne Wang, in cui recita al fianco di Susan Sarandon. Nel 2003 consegue la laurea in Psicologia dopo essere comparsa in “Ritorno a Cold Mountain”. Nello stesso anno viene eletta ambasciatrice per l’infanzia per l’ONU. Il successo di Natalie Portman continua apparendo in diversi film di buon livello, come “La mia vita a Garden State” (2004) di Zach Braff e “Closer” (2004), al fianco di Jude Law, Clive Owen e Julia Roberts; per questo film riceve un Golden Globe e una candidatura all’Oscar.

    Seguono i film “V per Vendetta” (2005) di James McTeigue, tratto dal popolare fumetto di Alan Moore, e “L’ultimo inquisitore” (2006, di Milos Forman), con Javier Bardem, in cui Natalie interpreta la musa ispiratrice del pittore spagnolo Francisco Goya. Nello stesso anno interpreta la parte di una ragazza israeliana in fuga da Gerusalemme nel film indipendente “Free Zone”, diretto dal regista Amos Gitai, in concorso al Festival di Cannes 2005, nella sezione “Cinema dal Mondo”.

    Nel 2007 interpreta, con Jason Schwartzman, “Hotel Chevalier”, prologo di 12 minuti del film Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson: in queste scene Natalie Portman appare nuda per la prima volta sullo schermo. L’anno seguente, nel 2008, partecipa al film “Mr. Magorium e la bottega delle meraviglie”, al fianco di Dustin Hoffman, in “Un bacio romantico – My Blueberry Nights” di Wong Kar-wai, e in “L’altra donna del re”; in quest’ultimo film – tratto dal romanzo di Philippa Gregory e presentato al Festival di Berlino – Natalie veste i panni di un personaggio storico: Anna Bolena.

    Nel mese di maggio del 2009 viene invitata alla 61ª edizione del Festival di Cannes, questa volta come secondo membro della giuria, insieme al collega Sean Penn.Nel dicembre 2009 è nel cast di “Brothers”, di Jim Sheridan, al fianco di Tobey Maguire e Jake Gyllenhaal.

    Biografia di Natalie Portman

     

    Natalie Portman negli anni 2000

    Nel 2010 inizia a girare le scene di “Thor” di Kenneth Branagh, tratto dal famoso fumetto, dove Natalie è Jane Foster. Al suo fianco ci sono Anthony Hopkins, Stuart Townsend, Ray Stevenson, Idris Elba, Tadanobu Asano e il protagonista Chris Hemsworth. Sempre nel 2010 viene presentato a Venezia “Cigno nero – Black Swan”, film intenso in cui Natalie Portman interpreta una ballerina di danza classica che deve modificare la sua tecnica ed il suo stesso carattere al fine di poter ballare ne “Il lago dei cigni”. Sempre nello stesso anno fa sapere di essere in dolce attesa: diventa mamma di Aleph il 14 giugno 2011; il padre è il compagno Benjamin Millepied, coreografo e primo ballerino del New York City Ballet.

    Alla cerimonia di premiazione del 2011 riceve un Premio Oscar come miglior attrice per “Cigno nero”. Natalie e Benjamin si sposano il 4 agosto 2012, con una cerimonia di rito ebraico, a Big Sur, in California. Natalie diventa mamma per la seconda volta il 22 febbraio 2017, quando dà alla luce la figlia Amalia.

    Intanto la sua attività non si ferma: interpreta Jacqueline Kennedy nel film biografico “Jackie” (2016). Recita in “Song to Song”, di Terrence Malick (2017); poi è un’astronauta in “Lucy in the Sky” (2019). Natalie Portman abbraccia la filosofia vegana e conosce diverse lingue: ebraico, inglese, francese, tedesco, giapponese e arabo.

    I Film Più belli youtube

     

    Latest Posts

    Non perdere l'Articolo

    0FollowerSegui
    5FollowerSegui

    METEO ITALIA

    Comune di Oria
    cielo coperto
    12.9 ° C
    16.7 °
    8.5 °
    72 %
    7.1kmh
    95 %
    Gio
    12 °
    Ven
    12 °
    Sab
    10 °
    Dom
    10 °
    Lun
    11 °