Le ultime statistiche del Covid-19 Nel Mondo

Le tabelle aggiornate nel mondo

19 C
Comune di Oria
venerdì, 27 Novembre , 2020

Speranza conferma misure restrittive 20 Novembre 2020

Speranza conferma misure restrittive 20 Novembre 2020 Il ministro della Salute Roberto Speranza conferma le misure restrittive in sei Regioni italiane con la nuova ordinanza...
More

    La Coppa Italia è la principale coppa calcistica italiana,

    nonché la seconda competizione professionistica nazionale per prestigio dopo il campionato di lega. Il torneo si tiene sotto la giurisdizione della FIGC ed è riconosciuto di fatto come una “coppa federale”, in maniera analoga alla FA Cup inglese, sebbene sia dal punto di vista organizzativo una “coppa di lega”, similarmente all’English Football League Cup.

    La prima edizione del torneo si svolse nel 1922, e questa fu l’unica organizzata direttamente dalla Federcalcio. La competizione fu riproposta nell’annata 1926-1927 (edizione interrotta ai sedicesimi di finale), e successivamente fu riorganizzata a cadenza annuale dalla stagione 1935-1936: in questo duplice periodo il torneo fu gestito dal Direttorio Divisioni Superiori. La manifestazione ebbe un altro stop, a causa della seconda guerra mondiale, nel 1943, e riprese nel 1958 sotto l’egida della Lega Nazionale Professionisti sino all’edizione 2009-2010. Dal 2010-2011 la coppa è gestita dalla Lega Serie A.

    Il record di titoli vinti appartiene alla Juventus, a quota tredici trofei (gli ultimi quattro consecutivi, a sua volta record); nella sua storia la competizione ha visto fin qui il trionfo di sedici squadre diverse. Dal 1936, la formazione vincitrice della competizione ottiene, oltre al trofeo e ai benefici monetari di sorta, anche la qualificazione alle coppe europee; dal 2009, in palio c’è un posto in Europa League.Dal 1988, il club detentore della coppa acquisisce inoltre il diritto a incontrare i campioni della Serie A nella Supercoppa italiana.

    l trofeo originale della prima edizione della Coppa Italia, vinta nel 1922 dal Vado, andò distrutto durante il ventennio fascista; la FIGC ne realizzò una copia nel 1992, in occasione dei settanta anni dalla vittoria vadese nella manifestazione, attualmente esposta nella sede della Cassa di Risparmio di Savona a Vado Ligure. Come la precedente, anche la coppa in palio dal 1936 al 1943, così come quella in uso dal 1958 al 1959, erano stilisticamente molto differenti dalla versione attualmente conosciuta.

    Nonostante la ripresa in pianta stabile della competizione si fosse concretizzata già da un paio d’anni, è solo nel 1960, più precisamente il 30 maggio, che la Lega Nazionale Professionisti, in vista dell’atto conclusivo della dodicesima edizione, decise di commissionare il trofeo odierno: fabbricato in oro puro, la nuova coppa, la cui realizzazione venne affidata a un’azienda specializzata milanese, aveva all’epoca un valore di due milioni e mezzo di lire.

    Da allora, il trofeo originale è destinato a rimanere in consegna ai vincitori per un anno intero, prima di essere restituito alla Lega;contestualmente, il club detentore ne riceve in cambio una copia di minor valore — realizzata dapprima in similoro, e in seguito in argento— da conservare nella propria bacheca (a titolo equitativo, nel ’60 vennero ex post consegnate tali copie anche alle due passate vincitrici del seondo dopoguerra, la Lazio e la Juventus).

     

    Dalla stagione 1963-1964 la Lega affianca alla canonica Coppa Italia anche la Coppa Renato Dall’Ara, istituita per commemorare la memoria dell’eponimo presidente bolognese scomparso nel ’64, e assegnata sempre alla formazione vincitrice della manifestazione.Inizialmente, anche quest’ultimo trofeo veniva consegnato in campo durante la cerimonia di premiazione, tuttavia col tempo tale consuetudine si è persa.

    La Coppa Italia in palio dal 1960 a oggi (a destra) assieme alla Coppa Renato Dall’Ara (al centro), anch’essa assegnata dal 1964 ai vincitori.

    Per il 2010-2011 la Lega Serie A e il Ministero della Difesa raggiunsero un accordo per intitolare l’edizione al concomitante centocinquantennale del Risorgimento;[14] a tal proposito, alla squadra vincente (che fu l’Inter) vennero assegnati tre trofei: oltre alla Coppa Italia e alla Coppa Dall’Ara, la compagine nerazzurra ricevette anche la speciale Coppa del 150º anniversario dell’Unità d’Italia.

    Oltre al trofeo sopracitato, la squadra detentrice della Coppa Italia può inoltre sfoggiare sulle proprie divise ufficiali, sempre per i dodici mesi successivi la conquista del trofeo, una piccola coccarda tricolore come simbolo identificativo dell’avvenuta vittoria, in maniera del tutto simile a quanto avviene con lo scudetto per le formazioni campioni d’Italia.

    la coccarda viene posta l’anno successivo alla squadra che l’ha vinta.

    La coccarda, cucita per la prima volta nella stagione 1958-1959 sulle maglie della Lazio che aveva vinto la precedente edizione della coppa, si caratterizzava inizialmente per il cerchio esterno colorato di rosso, quello intermedio di bianco e quello interno di verde: questa tipologia venne usata fino alla stagione 1984-1985. Dall’anno successivo, ovvero dal 1985-1986, venne usato il modello col cerchio esterno verde, quello intermedio bianco e quello interno rosso: la diversa tipologia di coccarda venne cucita per la prima volta sulle maglie della Sampdoria, vincente nella precedente edizione della manifestazione. La coccarda con l’esterno rosso rifece temporaneamente la propria ricomparsa sulle maglie della Samp, nella stagione 1988-1989, e della Juve, nelle prime partite dell’annata 1990-1991. Infine, a partire dalla stagione 2006-2007, è stata ripristinata definitivamente l’originaria tipologia.

    Precedentemente all’ideazione della coccarda, durante il periodo interbellico, alla squadra detentrice della Coppa Italia già spettava sfoggiare sul petto un fregio distintivo del titolo conseguito: questo non era però la coccarda che verrà inventata nel ’58, bensì uno scudetto — “retrocesso” in questo caso alla coppa nazionale — inglobante al suo interno un fascio littorio (quest’ultimo, per via del regime fascista al tempo al potere nel Regno d’Italia), utilizzato dall’edizione 1935-1936 a quella del 1942-1943; in quegli anni, infatti, il simbolo della vittoria del campionato italiano era divenuto la croce sabauda accompagnata dal fascio, lo stesso all’epoca presente sulla maglia azzurra della nazionale calcistica italiana. l’ultimo vincitore della Coppa Italia, versione Covid-19 se lo è aggiudicato il Napoli ai rigori la sera del 17/06/2020.

    Tratto da Wikipedia ®

    Ultimi Articoli

    Speranza conferma misure restrittive 20 Novembre 2020

    Speranza conferma misure restrittive 20 Novembre 2020 Il ministro della Salute Roberto Speranza conferma le misure restrittive in sei Regioni italiane con la nuova ordinanza...

    Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi

    Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi 😍😍😍 Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi: il piano per il Natale sobrio Coronavirus,...

    Bloccare le chiamate indesiderate su Android e iPhone

    Come bloccare le chiamate indesiderate su Android e iPhone Le chiamate indesiderate in alcuni casi possono diventare un problema. Ecco come bloccarle su smartphone Android...

    Covid, aumentano i decessi. Italia al terzo posto

    Covid, aumentano i decessi. Italia al terzo posto per indice di letalità 😢😢😢 Emergenza coronavirus, l’Italia è il terzo Paese al mondo per indice di...

    La Coppa Italia manifestazione sportiva

    Italy
    1,538,217
    Totali casi confermati
    Updated on 27 November 2020 23:26
    Italy
    53,677
    Total deaths
    Updated on 27 November 2020 23:26
    Italy
    787,893
    Titale dei Casi Attivi
    Updated on 27 November 2020 23:26

    TagDiv Solution..

    I piu accativanti temi per Wordpress

    Latest Posts

    Speranza conferma misure restrittive 20 Novembre 2020

    Speranza conferma misure restrittive 20 Novembre 2020 Il ministro della Salute Roberto Speranza conferma le misure restrittive in sei Regioni italiane con la nuova ordinanza...

    Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi

    Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi 😍😍😍 Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi: il piano per il Natale sobrio Coronavirus,...

    Bloccare le chiamate indesiderate su Android e iPhone

    Come bloccare le chiamate indesiderate su Android e iPhone Le chiamate indesiderate in alcuni casi possono diventare un problema. Ecco come bloccarle su smartphone Android...

    Covid, aumentano i decessi. Italia al terzo posto

    Covid, aumentano i decessi. Italia al terzo posto per indice di letalità 😢😢😢 Emergenza coronavirus, l’Italia è il terzo Paese al mondo per indice di...

    Vacanze a Campomario (TA)

    Da Non Perdere

    Speranza conferma misure restrittive 20 Novembre 2020

    Speranza conferma misure restrittive 20 Novembre 2020 Il ministro della Salute Roberto Speranza conferma le misure restrittive in sei Regioni italiane con la nuova ordinanza...

    Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi

    Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi 😍😍😍 Negozi e ristoranti aperti, il cenone tra pochi intimi: il piano per il Natale sobrio Coronavirus,...

    Bloccare le chiamate indesiderate su Android e iPhone

    Come bloccare le chiamate indesiderate su Android e iPhone Le chiamate indesiderate in alcuni casi possono diventare un problema. Ecco come bloccarle su smartphone Android...

    Covid, aumentano i decessi. Italia al terzo posto

    Covid, aumentano i decessi. Italia al terzo posto per indice di letalità 😢😢😢 Emergenza coronavirus, l’Italia è il terzo Paese al mondo per indice di...

    Amazon debutta con la sua farmacia online

    Amazon debutta con la sua farmacia online Amazon Pharmacy vende farmaci con sconti rilevanti per i suoi clienti. Cos’è e come funziona il nuovo servizio...

    Meteo

    Comune di Oria
    nubi sparse
    19 ° C
    20 °
    18 °
    45 %
    4.6kmh
    40 %
    Sab
    17 °
    Dom
    19 °
    Lun
    19 °
    Mar
    20 °
    Mer
    21 °