17.9 C
Comune di Oria
martedì 11 Maggio 2021
Amazon i tuoi video
More

    Articoli Casuali

    AstraZeneca non più per tutti? Età e limiti

    “AstraZeneca non più per tutti? Età e limiti: chi non può farlo”

    Il ministro della Salute Speranza sarebbe favorevole a rivedere le categorie, ma l’ultima parola spetta all’Aifa, Anche l’Italia si starebbe ponendo il problema di cosa fare con il vaccino prodotto da AstraZeneca, proprio in questo mese che viene visto come fondamentale per l’accelerazione della campagna vaccinale. Il rischio è quello di dover ripensare alla strategia fino a questo momento messa in campo. Intanto anche le forniture continuano a ritardare, per il 12 aprile AstraZeneca farà avere all’Italia la metà delle dosi concordate.

    Per esempio, nel Lazio 15mila invece delle 30mila già considerate poche. L’azienda farmaceutica avrebbe comunque promesso di recuperare i ritardi nei giorni successivi, con malumore delle Regioni che in questo modo hanno detto di non riuscire a organizzare una campagna vaccinale efficiente.

    La speranza è che arrivino più dosi da Pfizer.

    Poche probabilità invece di vedere arrivare il vaccino russo Sputnik V, dato che i produttori avrebbero chiesto agli ispettori di Ema di rimandare a maggio la loro visita agli stabilimenti. Visita senza la quale non può essere autorizzato il vaccino.

    Limitazioni in tutta Europa

    La decisione di fissare un limite di età arriverebbe dall’osservazione che i casi di trombosi venosa cerebrale, con calo del numero delle piastrine e un aumento della proteina d-dimero, si registrano soprattutto tra i soggetti vaccinati under 60, e in particolare nelle donne, dopo circa 4-16 giorni dall’inoculazione. Il punto sulle limitazioni era già emerso qualche giorno fa come raccontato da ilGiornale lo scorso 4 aprile. Gli esperti dell’Ema avevano iniziato ad ammettere che l’associazione, prima incerta, era ormai diventata molto probabile, tanto da portare verosimilmente a una nuova correzione del bugiardino, facendo rientrare la trombosi cerebrale tra gli eventi avversi. Il vaccino prodotto da AstraZeneca, prima dato agli under 55, come aveva ipotizzato ilGiornale potrebbe adesso venire riservato agli over 60.

    Considerando che le trombosi venose cerebrali colpiscono soprattutto le donne giovani, una delle categorie in cui il virus fa meno vittime, il rapporto tra rischi e benefici in questo caso non sarebbe così netto. Forse tra giovedì e venerdì l’Ema farà sapere qualcosa di più. Intanto ha reso noto che le persone colpite sono circa una ogni 100mila vaccinati sotto i 60 anni di età. Le vittime sono invece 1 su 3. Probabilmente ogni Nazione deciderà da sola cosa fare, in base alla pandemia nazionale e al numero di vaccini disponibili. Per intenderci, nei Paesi dove i numeri non sono così alti, come nel Nord Europa, i governi potrebbero decidere per il blocco delle somministrazioni. Germania, Francia continueranno a limitare il farmaco, e forse anche l’Italia prenderà questa decisione. Diverso discorso per l’Europa dell’Est che non sembra avere l’intenzione di limitare le vaccinazioni per fascia di età.

    AstraZeneca solo per gli over 60?

    Come sottolineato da Il Messaggero, l’Italia non è messa benissimo riguardo la quantità di dosi disponibili e l’idea di limitare AstraZeneca solo agli over 60 creerebbe effettivamente qualche problema, se non altro per il fatto che andrebbe ripensata tutta la campagna vaccinale. Tra l’altro, coloro che fino a questo momento hanno usufruito del vaccino prodotto dall’azienda anglo-svedese sono proprio i più giovani, ovvero di età inferiore ai 60 anni, come docenti e forze dell’ordine. Se l’Ema dovesse confermare che vi è un collegamento tra il vaccino e le rare forme di trombosi che si sono verificate soprattutto in donne under 50, anche l’Italia potrebbe seguire la decisione della Germania di limitare la somministrazione agli over 60. Si parla comunque di una incidenza molto bassa che riguarda casi di trombosi cerebrali dei seni venosi e un basso numero di piastrine. Il fatto che vi siano altri vaccini da poter utilizzare fa andare con i piedi di piombo ed è lecito pensare di limitare l’uso di AstraZeneca agli over 60. L’ultima parola spetterà comunque all’Aifa, l’Agenzia del farmaco, che è in attesa dell’istruttoria del comitato Prac di Ema, l’agenzia europea del farmaco.

     

    Latest Posts

    Non perdere l'Articolo

    0FollowerSegui
    5FollowerSegui

    METEO ITALIA

    Comune di Oria
    nubi sparse
    17.9 ° C
    18 °
    17.8 °
    82 %
    4.4kmh
    75 %
    Mar
    24 °
    Mer
    24 °
    Gio
    21 °
    Ven
    23 °
    Sab
    20 °